Archivi categoria: testing

Organizzazioni antifragili

Gli errori sono inevitabili. Nell’hardware, nel software, nell’uso che ne facciamo. Quando poi i sistemi sono attivi nel cloud, la complessità globale aumenta, ed aumentano di conseguenza i possibili errori. Come ridurli, o ridurne gli impatti negativi?

In The Antifragile Organization (su Communications of the ACM, agosto 2013 – articolo a pagamento) Ariel Tseitlin propone di non basarsi solo su verifiche in ambiente di test, ma di provare a creare in modo sistematico malfunzionamenti anche sui sistemi in esercizio, per renderli progressivamente sempre più robusti: “Embracing failure to improve resilience and maximise availability”.

Usabilità e Quality Assurance

“La Quality Assurance (operare con un alto livello di qualità) è molto più efficace del Quality Control (controllare il livello di qualità quando si ha finito di operare). Meglio introdurre criteri di usabilità dall’inizio – ancora prima di iniziare la progettazione – che aspettare fino a quando il sistema è completo per poi sottoporlo ad una validazione nel testing utente.”

Jacob Nielsen, esperto di usabilità, in questo articolo su Quality Assurance e User Experience ricorda anche quella che chiama la “prima legge dell’usabilità”:

“La vostra progettazione sarà comunque testata dagli utenti – potete solo scegliere se fare voi stessi i test prima del rilascio, per mettere a posto a costi inferiori gli inevitabili problemi, oppure spendere molto di più dopo il rilascio.”