Webinar sull’etica del software

Il webinar, dal titolo “Leveraging the ACM Code of Ethics Against Ethical Snake Oil and Dodgy Development” è stato condotto da Don Gotterbarn e Marty Wolf l’8 giugno 2020.

https://learning.acm.org/techtalks/acmethics

Parla del codice etico di ACM (Association for Computing Machinery) e della sottile differenza tra fingere di occuparsi di aspetti etici e farlo davvero.

Dura circa un’ora e merita di essere visto da chi è interessato agli aspetti etici (e ce ne sono tanti) dello sviluppo e dell’uso dei sistemi software.

I casi di test non bastano

Il testing è troppo importante per essere ridotto alla semplice definizione ed esecuzione di casi di test.

I casi di test sono importanti, certo. La decisione di quali test eseguire (e rieseguire ad ogni modifica) influenza la qualità del sistema e porta vantaggi oppure danni alle persone che lo usano.

Ma il testing necessita soprattutto di competenze e di creatività per trovare i punti di debolezza del prodotto testato. Il testing è una  attività umana essenziale, non riducibile alla documentazione di un insieme di casi da verificare.

James Bach e Aaron Hodder – Test Cases are not Testing: towards a Culture of Test Performance

Gli open space riducono la produttività

Gli open space riducono la collaborazione, invece di incentivarla. E riducono la produttività, secondo uno studio riportato da The Economist, July 28th 2018: Open office, closed minds.

Peggio ancora le soluzioni di “hot-desking”, dove il personale non ha una postazione fissa ma occupa a rotazione la prima disponibile in ufficio:

“a clear message to low-level office workers that they are seen as disposable cogs in a machine. Combine this with the lack of privacy and the office becomes a depressing place to work.”